Casa > NOVITÀ > 10 mesi con FONA XPan 3D: intervista con il Prof. Dott. Paolo Nicoli

10 mesi con FONA XPan 3D: intervista con il Prof. Dott. Paolo Nicoli

FONA è lieta di presentare questa intervista esclusiva con il Prof. Dott. Paolo Nicoli dell’Università degli Studi di Genova, che ha usato il sistema FONA XPan 3D per gli ultimi 10 mesi:

Che ruolo svolge la tecnologia Cone Beam nella Sua professione?

La tecnologia Cone Beam consente di avere una valutazione completa dei casi clinici. E’ applicabile a tutti i campi dell’odontoiatria e mostra dettagli che restano nascosti in modalità 2D.

Puoi farci un esempio di un caso clinico che avrebbe affrontato in modo diverso senza la tecnologia Cone Beam?

Un paziente di 40 anni è venuto nel mio studio lamentando dolore all’elemento 46. Ho eseguito una radiografia periapicale e ho individuato una lesione cistica di probabile origine odontogena.Le dimensioni della lesione e l’evidente vicinanza al canale mandibolare mi hanno indotto a eseguire una cone beam in previsione dell’enucleazione della cisti. Analizzando il volume 3D ho individuato un quarto canale che generalmente non è presente. Ho rinviato l’intervento e iniziato il trattamento endodontico sino ad ottenere la chiusura anche del quarto canale. Al follow up a 3 mesi ho eseguito una secondacone beam. Le immagini hanno rivelato un processo di guarigione del sito e l’elemento dentale è risultato essere asintomatico all’esame clinico. In questo caso la tecnologia Cone Beam mi ha consentito di fare una corretta diagnosi ed impostare un piano di trattamento efficace e meno invasivo per il paziente.

In che modo FONA XPan 3D ha cambiato il Suo lavoro?

Prima di acquistare FONA XPan 3D inviavo i miei pazienti a centri radiologici esterni. Ora posso acquisire gli esami radiografici direttamente nel mio studio, fare diagnosi ed elaborare un piano terapeutico in una sola seduta.

Ha dovuto modificare il Suo studio per installare FONA XPan 3D?

Non è stato un problema collocarlo nel mio studio.FONA XPan 3D ha un design compatto e occupa lo stesso spazio di un sistema 2D.. Grazie al personale qualificato FONA, l’installazione è stata rapida e ho potuto iniziare a utilizzare il sistema fin dal primo giorno.

Come valuta l’utilizzo di FONA XPan 3D?

Usare FONA XPan 3D è molto facile, veloce e pratico. I simboli sul pannello di controllo sono intuitivi e ho la possibilità di impostare i programmi di esposizione a distanza dal mio PC. Le immagini panoramiche e i volumi 3D sono disponibili in pochi secondi e posso visualizzarli sia sul monitor del riunito, sia sul mio tablet, consentendo al paziente una più facile ed immediata comprensione.

Qualche altro commento?

Al giorno d’oggi l’imaging 3D rappresenta uno strumento diagnostico imprescindibile in ambito odontoiatrico. Il valore aggiunto di FONA XPan 3D è la capacità di coniugare la semplicità e la rapidità di utilizzo con una bassa emissione di raggi rispetto ad una T.C. convenzionale consentendo una notevole riduzione del costo biologico per i nostri pazienti.

Il Prof. Dott. Paolo Nicoli è docente dell’Università degli Studi di Genova, una delle più grandi università italiane. L’università è stata fondata nel 1481 e conta attualmente circa 40.000 studenti, 1.800 docenti e ricercatori e circa 1.580 dipendenti amministrativi. FONA ringrazia il Prof. Dott. Paolo Nicoli e le sue colleghe dott.ssa Alessandra Evangelisti e dott.ssa Elena Dellepiane per l’intervista e per la dedizione e il sostegno.

Per ulteriori informazioni su FONA XPan 3D visita https://www.fonadental.it/products/fona-xpan-3d/ o invia un’email a info@fonadental.com.

Clinical_case_Before_treatment

Clinical_case_After_treatment

Dott Nicoli.jpg

XPan_3D